Alessandri srl Alessandri srl
           
Quick Find
 
Use keywords to find the product you are looking for.
Advanced Search
Manufacturers
Information
- RICHIESTA INFORMAZIONI
- AREA TECNICA
- ESPLOSI
- NOTE LEGALI
- CHI SIAMO
- CONTATTACI
- RICHIESTA PREVENTIVO
- FAQ
- PRIVACY
- RICHIESTA ASSISTENZA
- UTILIZZO DEL SITO
- 1) Home
- 2) Ricerca Veloce
- 3) Ricerca Produttori
- 4) Box Informazioni
- 5) Produzione
- 5.1) Tipo GE
- 5.1.1) GE Benzina
- 5.1.2) Scheda Prodotto
- 5.2) Servizio Usato
- 5.2.1) GE Usati
- 5.2.2) Scheda Usato
- 5.3) Noleggio
- 5.3.1) Noleggio 2
- 5.3.2) Noleggio 3
- 5.3.3) Noleggio 4
Benvenuto nel mondo di ALESSANDRI s.r.l.
 

 

 

Saldatura ad arco

La saldatrice per eccellenza è la saldatrice elettrica o meglio ad arco elettrico. Non è altro che un corto circuito tra un elettrodo metallico, rivestito di una sostanza che isola l'elettrodo stesso dall' atmosfera, per evitare fenomeni di ossidazione ed i due pezzi metallici da saldare. In genere la corrente è continua, ma esistono anche le saldatrici a corrente alternata, meno efficienti e più difficili da usare. Si possono saldare molti metalli, ma per metalli come l'alluminio ed il magnesio occorrono particolari attrezzature. Da alcuni anni, le saldatrice sono state denominate inverter per identificare un processo di rettifica della corrente alternata mediante circuiti elettronici (agli albori della saldatura ad arco, come è anche chiamata, si usavano dei grossi trasformatori per la saldatura in corrente alternata e dei raddrizzatori a vapore di mercurio o delle dinamo, azionate da motori elettrici o a combustione interna per produrre corrente continua).

 

Saldatura in gas inerte

Una variazione della saldatrice ad elettrodi è la saldatrice MIG (Metal Inert Gas Welding), nella quale gli elettrodi consumabili sono sostituiti da un filo continuo, rivestito o meno da una guaina isolante dall'atmosfera. Il MIG accelera notevolmente i tempi di saldatura, perché non richiede cambi di elettrodo, necessari quando lo stesso si è quasi consumato del tutto. È anche molto facile da usare e la sua curva di apprendimento è molto veloce.

 

Saldatura in gas inerte con elettrodo di tungsteno

La saldatrice TIG è una delle più sofisticate ed è basata su di un flusso di gas inerte (in genere argon o miscele di gas a base di argon) tra una punta di tungsteno, che non fonde, se non in misura minima ed i pezzi da saldare tra loro, fondendo insieme, se del caso, il materiale di apporto (per spessori sottili l'apporto non è necessario). La punta di tungsteno (intercambiabile e reperibile in diverse varietà e diametri, puro o con addizione di torio radioattivo, terre rare ecc.) viene stretta in un collare all'interno di una piccola campana ceramica che mantiene il flusso di gas nella direzione di saldatura. Con il TIG si può praticamente saldare quasi qualsiasi metallo, si possono saldare metalli diversi tra loro e si ottengono delle saldature molto pulite e dall'aspetto gradevole. Non è una saldatura molto facile da apprendere, anche per le regolazioni che si devono fare alla macchina e che, per una saldatura universale (ed in particolare per l'alluminio o il magnesio) va impostata su corrente continua, corrente alternata, corrente pulsante, cicli di alternata diversi a seconda del materiale, con corrente ad onda quadra e non sinusoidale, comandi dell'intensità di corrente variabili a mano o a pedale o pre-programmati ecc. Una saldatrice TIG è una macchina abbastanza complicata e dal costo non proprio abbordabile dagli hobbisti. In compenso è una macchina universale, perché la saldatura TIG, anche se basata su processi totalmente diversi, è molto simile a quella ossiacetilenica ed inoltre le saldatrici TIG sono generalmente predisposte anche per saldare ad arco mediante elettrodi.

.

 



Produzione, vendita e noleggio gruppi elettrogeni, generatori, motocompressori, elettrocompressori, motopompe, antincendio, usati - Alessandri s.r.l.
Copyright © 2019 Alessandri srl
Powered by osCommerce